Aspirapolvere ciclonico senza fili

Un aspirapolvere senza fili è la scelta migliore che si possa fare per mantenere pulita la propria casa o gli uffici.
Sul mercato attualmente ce ne sono di tantissimi tipi, dai modelli base a quelli più tecnologici, dai più economici ai più costosi.

Cos’e’ un aspirapolvere ciclonico senza fili

L’aspirapolvere ciclonico senza fili è maneggevole e pratico, capace di raccogliere la polvere presente sui divani o sui tappeti, sui pavimenti e sulle tende.

Un aspirapolvere senza filo è un attrezzo molto comodo ma viene visto come un oggetto con autonomia ridotta, proprio perchè è dotato di un cavo di alimentazione alla corrente elettrica, ed è dotato di una batteria ricaricabile dalla durata limitata.

L’aspiratore ciclonico è dotato di una speciale elica che permette di far fluire l’aria in una determinata maniera, dividendola dalla polvere raccolta.
In questo modo si crea, nel serbatoio dell’aspirapolvere, un vero e proprio ciclone che consente di raccogliere esclusivamente la polvere, gli acari ed i batteri.

Esistono diversi tipi di aspirapolvere ciclonica: quella caratterizzata da sistemi con un solo ciclone e quella con più cicloni: nel primo caso si è in presenza di un solo cono che riesce a catturare la maggior parte dello sporco presente sulle superfici, mentre nel secondo caso ci sono più cicloni, che incrementano la capacità di aspirazione, arrivando a inglobare più del 90% di quanto aspirato.

L’aria che penetra nell’aspirapolvere, insieme allo sporco viene spinta nel serbatoio creando un vortice che crea un risucchio che ha il compito fondamentale di favorire il motore nel suo funzionamento grazie ad un determinato principio fisico.

Questo sistema permette di avere un aspirapolvere senza fili potente.

La resa del motore viene amplificata e ciò permette di scegliere un modello in grado di consumare meno energia, rispetto magari ad un altro aspiratore simile dotato di tecnologia diversa.

Il risparmio energetico è straordinario, la manutenzione e le spese di gestione sono minime.

Caratteristiche di un aspirapolvere ciclonico senza fili

L’aspirapolvere ciclonico presenta le seguenti caratteristiche:

  • Serbatoio con capienza 1,5 o 2 litri ;
  • Potenza del motore fino a 1.300 Watt circa;
  • Versione con o senza fili oppure versioni ibride, utilizzabili sia collegate alla presa di corrente e sia come portatili, una volta staccata la spina;
  • Versioni dotate il carico bilanciato, che permettono di non stancarsi durante l’utilizzo.

Come scegliere un aspirapolvere ciclonico senza fili

La prima caratteristica da valutare durante la scelta dell’aspirapolvere ciclonico senza fili è l’autonomia dichiarata. Sulla base di questa si riesce a capire se con una sola carica si potrà pulire tutta l’abitazione oppure no.

Questo aspetto è molto importante ed è da tenere in considerazione, poichè una ricarica completa di batteria necessita di molto tempo, che oscilla dalle 3 alle 5 ore.

Occorre tenere in considerazione gli accessori che vengono proposti con l’acquisto dell’aspirapolvere. Occorre verificare se è presente un beccuccio per pulire i divani, oppure una spazzola apposita per la raccolta del pelo degli animali, molto utile se si hanno cani o gatti in casa.

Alcuni modelli hanno in dotazione anche un aspirapolvere portatile, alimentato anch’esso a batteria, che permette di pulire ogni angolo della casa più nascosti della casa e, ad esempio, l’interno della propria macchina.
Occorre scegliere un aspirapolvere senza fili in base alla capacità della sua batteria: un aspirapolvere senza fili può superare i 45-50 minuti di autonomia.

Degli aspirapolvere scadenti hanno un’autonomia inferiore e inoltre necessitano di un tempo di ricarica lunghissimo, che può arrivare alle 10 ore.
Per quanto concerne il serbatorio di raccolta, bisogna scegliere un aspirapolvere che non sia dotato un vano troppo piccolo, altrimenti si andrà incontro ad uno svuotamento più frequente.

Un aspirapolvere senza fili ha una capacità di raccolta della polvere inferiore rispetto ad un aspirapolvere classico, che invece è dotato di bidone apposito.
Bisogna fare attenzione alla potenza e capacità di aspirazione: la capacità di aspirazione è direttamente proporzionale alla potenza.

Un aspirapolvere senza filo potente garantisce certamnete una pulizia migliore.
E’ molto importante verificare la maneggevolezza dell’aspirapolvere ciclonico, e, quindi, il suo peso.

Un aspirapolvere senza fili potente si differenzia anche per essere dotato di un sistema di filtraggio per acari e batteri.
Il filtro non permette che questi ritornino nell’ambiente con il funzionamento dell’aria.

Un aspirapolvere senza fili che presenta tale sistema, permette anche un’azione sanificante. Questi filtri sono tipici di aspirapolvere senza fili potenti e costosi.
Per quanto concerne il prezzo di questi dispositivi, si può ben capire che quelli tradizionali sono più economici rispetto a quelli senza fili. Se i primi possono arrivare a costare 20 euro, i secondi possono addirittura superare i 400 euro, a seconda delle capacità e caratteristiche di cui sono dotati.

L’aspirapolvere senza fili di fascia media si può trovare sul mercato ad un prezzo compreso tra 120 e 150 euro.
Per qunato riguarda il istema di aggancio, gli aspirapolvere senza fili sono dotati di un sistema di aggancio alla parete, per facilitarne la presa.

Prima di acquistare, occorre dare uno sguardo al modo con cui l’aspirapolvere entra nella sua sede di appoggio poichè la parte verrà parecchio utilizzata, perciò deve essere solida e robusta.

E’ molto importante scegliere l’impugnatura giusta: l’aspirapolvere senza fili necessita di un sostegno a mano libera e se lo si utilizza costantemente, deve essere comodo l’utilizzo, per questo si consiglia la scelta un modello che possa dotato di un’impugnatura comoda.
Alcuni modelli sono dotati di un inserto in gomma oppure sono realizzati in materiale morbido per favorire la presa, riducendo l’affaticamento.

Anche il tasto di on/off dovrebbe trovarsi a portata di mano.

Pro e contro di un aspirapolvere ciclonico senza fili

Un aspirapolvere ciclonico senza fili consente di ottenere una serie di vantaggi funzionali.
Il tempo di accensione richiesto da questo aspirapolvere è minore di uno dotato di filo, che si prende dal posto in cui è stato riposto, srotolato il cavo di alimentazione, collegato alla presa elettrica e trascinato per tutta l’abitazione.

L’aspirapolvere senza fili, invece, si prende dalla base di ricarica ed è già pronto all’uso. Al termine, verrà riposto sulla base.

E’ molto pratico da utilizzare: subito dopo aver staccato l’elettrodomestico dalla sua base di alimentazione, si preme il bottone di accensione e si può immediatamente procedere alla pulizia, senza il rischio di inciampare sul cavo di alimentazione e, soprattutto, non si rischia di spostarsi con l’aspirapolvere a rotelle.

Con l’aspirapolvere senza fili ci si muove meglio tra i mobili evitando il pericolo di sbattere su di essi.
L’aspirapolvere senza fili, inoltre, consente una pulizia costante poichè è sempre a portata di mano, terminando la pulizia in soli 3 minuti.

Solitamente, chi utilizza l’aspirapolvere senza fili ha un’abitazione più pulita perché è più motivato ad utilizzarla.

Questo aspirapolvere è consigliato per utilizzo in ambienti medio piccoli.
L’autonomia è la vera differenza tra un aspirapolvere classico, con autonomia illimitata e l’aspirapolvere senza fili, dotato di batteria e che quindi richiede di essere ricaricato

E’ possibile, inoltre, utilizzare l’aspirapolvere dove non è possibile disporre di una presa elettrica.

Miglior aspirapolvere ciclonico senza fili: guida all’acquisto completa e al prezzo giusto

Una delle marche più conosciute è Dyson che è tra i top del mercato ed ha un prezzo accessibile a tutti. Caratteristica fondamentale offerta da questo prodotto è la potenza di aspirazione, poichè è dotato di ben 15 cicloni che consentono di aspirare anche la polvere più resistente senza alcun problema.

L’aspirapolvere è alimentato da una batteria in nichel-cobalto-alluminio che offre 40 minuti di autonomia.

L’aspirapolvere viene venduto con due spazzole, entrambe adatte ad un determinato tipo di pavimento, ed una mini turbospazzola per rimuovere i peli degli animali ed una piccola spazzola utile per pulire l’interno della macchina.

Vantaggi e svantaggi di un aspirapolvere ciclonico senza fili

Il più importante vantaggio offerto dall’aspirapolvere ciclonico senza fili è la facilità con la quale può essere spostato, non dovendosi preoccupare di inciampare nel cavo di alimentazione o di avere a portata di mano una presa di corrente.

Alcuni sono stati ideati esclusivamente per la pulizia dei pavimenti, altri invece sono dotati di accessori.
Gli aspirapolvere senza fili sono indubbiamente più maneggevoli e leggeri rispetto agli aspirapolvere classici.

Consentono un’area di utilizzo non limitato dalla lunghezza del filo o dalla presenza e distanza di una presa di corrente. Sono più piccoli e quindi occupano meno spazio.

Per quanto concerne invece i lati negativi dell’aspirapolvere ciclonico senza fili, essi sono essenzialmente due: la capienza del serbatoio che raccoglie poichè è inferiore rispetto ai modelli standard ed il suo prezzo, più elevato.

Poichè è un sistema nuovo, il costo è superiore anche se c’è un notevole risparmio dei consumi energetici, consentendo il recupero dei soldi investiti, in pochissimo tempo. La presenza dei coni all’interno del serbatoio, riducono lo spazio dello stesso che in realtà dovrebbe essere destinato esclusivamente alla raccolta.

Se si opta per un aspirapolvere senza fili, è necessario fare dei compromessi. Innanzitutto, il tempo. Quasi tutti gli aspirapolvere senza fili durano per 15, massimo 40 minuti.

Alcuni sono dotati di batterie che hanno una durata superiore ai 60 minuti,che, ovviamente, costano di più. Se è necessario utilizzare tutta la potenza dell’aspirapolvere, ad esempio per pulire un grande tappeto, in tal caso la batteria si esaurirà molto velocemente.

In secondo luogo, la capienza del serbatoio che contiene la polvere è ridotta. Di solito un aspirapolvere senza fili raccoglie circa 0,6 litri mentre un aspirapolvere classico ne raccoglie 2 o 3 litri. Ciò comporta indubbiamente un guadagno di tempo durante la pulizia, ma una perdita per svuotare il serbatoio e pulire i filtri.

Se non si provvede alla manutenzione, chiaramente l’elettrodomestico, con il passare del tempo, diventerà meno efficiente.

I principali svantaggi dell’aspirapolvere ciclonico senza fili sono: durata delle batterie limitata; capienza limitata; quando viene riposto, necessita di una presa di corrente per ricaricarlo.

Copyright 2020 - Stefano Rigazio P.Iva: 02162130021 - ContattiCookie PolicyPrivacy Policy